Patto educativo di corresponsabilità - infanzia e primaria

                   miur-logo

Il Contratto Formativo è un documento in cui scuola e famiglia, analizzate le esigenze e le aspettative di entrambi, stabiliscono una serie di accordi per costruire relazioni di rispetto, fiducia, collaborazione, per sviluppare senso di responsabilità e impegno reciproci e per ottenere risultati migliori con gli alunni.

La scuola è l’ambiente educativo e di apprendimento in cui si promuove la formazione di ogni alunno attraverso l’interazione sociale in un contesto relazionale positivo.

La condivisione delle regole del vivere e del convivere può avvenire solo con una efficace e fattiva collaborazione con la famiglia. La scuola, pertanto, perseguirà costantemente l’obiettivo di costruire un’alleanza educativa con i genitori. Non si tratta di rapporti da stringere solo in momenti critici, ma di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità educative.

La scuola predispone il contratto formativo, che viene consegnato ai genitori al momento dell’iscrizione.                  

All’inizio dell’anno scolastico successivo, entro il mese di novembre, il contratto formativo viene adottato - con eventuali adattamenti - all’interno del Consiglio di Intersezione, sottofirmato dalle parti contraenti (Insegnanti di sezione e Rappresentanti di sezione dei genitori) e depositato agli atti.

 

Il patto educativo di corresponsabilità vede i Docenti impegnati a:

  • rispettare il proprio orario di servizio;
  • creare a scuola un clima di serenità, cooperazione e armonia;
  • promuovere con ogni singolo alunno un clima di confronto e di reciprocità per accoglierne il vissuto e per motivarlo all’apprendimento;
  • realizzare i curricoli disciplinari, le scelte organizzative e le metodologie didattiche elaborate nel Piano dell’Offerta Formativa.
  • motivare alla famiglia, negli incontri periodici programmati, la valutazione relativa al processo formativo e qualsiasi altra difficoltà riscontrata nel rapporto con l’alunno;
  • ricevere i genitori compatibilmente con il proprio orario di servizio.

 

Il patto educativo di corresponsabilità vede i Genitori impegnati a:

  • prendere attenta visione del POF e del Regolamento di Istituto;
  • instaurare un dialogo costruttivo con i docenti;
  • prendere visione e firmare le comunicazioni scritte sul diario;
  • sostenere ed aiutare la comunità scolastica (partecipazione e collaborazione a momenti di vita scolastica quali feste, uscite nel territorio, mostre, spettacoli, progetti…);
  • rispettare gli orari scolastici deliberati dai competenti organi collegiali e limitare le uscite anticipate;
  • giustificare sempre le assenze (quelle per malattia superiori a cinque giorni saranno giustificate con certificato medico);
  • partecipare con regolarità alle riunioni previste.

 

Roma, ___________

 

 

I docenti della sezione                                                                            Il Rappresentante di sezione dei genitori

 

 


 

 

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ scuola infanzia

 

DIRITTI E DOVERI DI ALUNNI, DOCENTI, GENITORI

 

Il Contratto Formativo è un documento in cui scuola e famiglia, analizzate le esigenze e le aspettative di entrambi, stabiliscono una serie di accordi per costruire relazioni di rispetto, fiducia, collaborazione, per sviluppare senso di responsabilità e impegno reciproci e per ottenere risultati migliori con gli alunni.

La scuola è l’ambiente educativo e di apprendimento in cui si promuove la formazione di ogni alunno attraverso l’interazione sociale in un contesto relazionale positivo.

La condivisione delle regole del vivere e del convivere può avvenire solo con una efficace e fattiva collaborazione con la famiglia. La scuola, pertanto, perseguirà costantemente l’obiettivo di costruire un’alleanza educativa con i genitori. Non si tratta di rapporti da stringere solo in momenti critici, ma di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità educative.

La scuola predispone il contratto formativo, che viene consegnato ai genitori al momento dell’iscrizione.                  

All’inizio dell’anno scolastico successivo, entro il mese di novembre, il contratto formativo viene adottato - con eventuali adattamenti - all’interno di ogni Consiglio di interclasse, sottofirmato dalle parti contraenti (Insegnanti di classe e Rappresentanti di classe dei genitori) e depositato agli atti.

Il Contratto Formativo è un “patto di corresponsabilità formativa ed educativa” che chiama in causa tre componenti: insegnanti della classe, alunni e genitori.

 

Il patto educativo di corresponsabilità vede i Docenti impegnati a:

  • rispettare il proprio orario di servizio;
  • creare a scuola un clima di serenità, cooperazione e armonia;
  • promuovere con ogni singolo alunno un clima di confronto e di reciprocità per accoglierne il vissuto e  per motivarlo all’apprendimento;
  • realizzare i curricoli disciplinari, le scelte organizzative e le metodologie didattiche elaborate nel Piano dell’Offerta Formativa;
  • rispettare i ritmi e i modi individuali di apprendimento e, nei limiti del possibile, variare la metodologia e le tecniche di insegnamento e di comunicazione, per permettere a tutti gli alunni di raggiungere i risultati previsti;
  • motivare alla famiglia, negli incontri periodici programmati, la valutazione relativa al processo formativo e qualsiasi altra difficoltà riscontrata nel rapporto con l’alunno (carenza d’impegno, violazione delle regole…);
  • controllare le giustificazioni delle assenze, aggiornando puntualmente il registro di classe e il registro personale;
  • ricevere i genitori compatibilmente con il proprio orario di servizio;
  • essere attenti alla sorveglianza degli alunni in classe e nell’intervallo e a non abbandonare mai la classe senza averne dato avviso al Dirigente Scolastico o a un suo Collaboratore;
  • informare alunni e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli alunni;
  • favorire la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità.

 

Il patto educativo di corresponsabilità vede i Genitori impegnati a:

  • prendere attenta visione del POF e del Regolamento di Istituto;
  • responsabilizzare i propri figli verso gli impegni scolastici, i doveri e le norme di vita comunitaria stabiliti all’interno del Regolamento d’Istituto;
  • partecipare agli incontri scuola-famiglia, sia in forma di ricevimento generale con tutti i docenti, sia in forma di colloquio individuale su appuntamento, tutte le volte che la scuola e/o la famiglia ne ravvisino la necessità;
  • sostenere ed aiutare la comunità scolastica (partecipazione e collaborazione a momenti di vita scolastica quali feste, visite guidate e viaggi d’istruzione, uscite nel territorio, mostre, spettacoli, progetti…);
  • prendere conoscenza della progettazione educativo-didattica della classe, chiedere chiarimenti, formulare pareri e proposte costruttive sulle scelte educative della scuola;
  • raggiungere con i docenti un accordo sereno sullo svolgimento dei compiti a casa; controllare l’esecuzione dei compiti e l’impegno nello studio personale dei propri figli;
  • prendere visione e firmare le comunicazioni scritte sul diario;
  • giustificare per iscritto ogni assenza;
  • garantire un controllo costante dello zaino e porre attenzione nell’acquisto di materiale scolastico ingombrante e inutile;
  • praticare uno stile di rispetto, ascolto e confronto reciproco nel colloquio con i docenti, nello spirito della ricerca di strade comuni per risolvere eventuali difficoltà;
  • instaurare una relazione corretta e il giusto rapporto con il Dirigente scolastico, con i docenti, con gli altri genitori e alunni e con tutto il personale della scuola;
  • rispettare gli orari scolastici deliberati dai competenti organi collegiali;        
  • far capire ai figli che eventuali provvedimenti disciplinari che la scuola adotterà nei confronti degli alunni hanno finalità educativa, tesa a far comprendere l’errore e ad evitare che esso non sia più commesso in futuro, e mirano al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all’interno della comunità scolastica;
  • risarcire i danni dei figli che abbiano recato danno alle strutture della scuola, alle attrezzature ed al materiale didattico.

 

Il patto educativo di corresponsabilità vede gli Alunni impegnati a:

  • essere puntuali, frequentare regolarmente le lezioni e assolvere costantemente agli impegni di studio;
  • avere nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti, di tutto il personale scolastico e dei loro compagni lo stesso rispetto che chiedono per sé stessi;
  • mantenere un comportamento corretto e rispettoso delle norme disciplinari stabilite all’interno del Regolamento d’Istituto;
  • osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dal Regolamento d’Istituto,
  • utilizzare correttamente le strutture, le attrezzature, gli strumenti ed i sussidi didattici senza arrecare danni al patrimonio della scuola;
  • collaborare a rendere accogliente l’ambiente scolastico e averne cura come importante fattore di qualità della vita della scuola.

  

Roma, ___________

 

 

 

 

           I Docenti                                                                                            Il Rappresentante dei genitori

 

 

 Button-Download-icon Scarica il patto educativo di corresponsabilità - scuola infanzia e primaria

 

PNSD banner

 indicazioni nazionali2

 

  • Webmaster: Antonella De Caprio - Marina Furlani. Ultimo aggiornamento sito:Venerdì 20 Ottobre 2017, 17:23:08.